>Del portare (ma anche dell’allattare, del co-sleeping, etc…) e dei relativi pregiudizi….

>

Pensavo di averle sentite (e subite) tutte…. e invece.
Non sono la prima, nè sarò l’ultima, ad aver fatto delle scelte che suscitano nel prossimo una certa diffidenza, o anche un certo sguardo di sprezzante commiserazione.
Basta che dica di non usare il passeggino per trasportare Fragola (diciamo che l’altezza tubo di scappamento non è l’ideale per una bambina) o di dormire nel lettone con lei attaccata alla tetta da un lato e le ginocchia di Ciock piantate nella schiena, dall’altro, o di non avere molta intenzione di cominciare a svezzare Fragola prima dei sei-sette mesi (cresce magnificamente con il mio latte, non vedo perchè dovrei darle altro al momento) che subito mi vedo circondata da occhiate perplesse (nella migliore delle ipotesi) o indignate (nella peggiore).
Ma l’esperienza più scioccante è stata quella di essere pedinata da vicino dall’addetto alla security (sic!) di un supermercato, in quanto scambiata per zingara, visto che portavo Fragola nella fascia ed ero vestita in maniera alquanto approssimativa (cosa che mi succede abbastanza spesso, essendo io tutto l’opposto di una fashion victim).
Ora, ci sarebbe da riflettere su un paio di cosette.
Intanto: per quale motivo una giovane mamma autoctona non può  andare in giro con la sua pargola addormentata nella fascia senza essere scambiata per una poco di buono?
E poi: se anche fossi stata una zingara, cosa autorizza uno stronzissimo addetto alla sicurezza (ri-sic!) a pensare che ogni zingara che entra al supermercato sia lì per rubare?!
Mi sono davvero incazzata!
Ma una povera crista di zingara non può farsi la spesa in santa pace?
Deve stare col gorilla appiccicato alle sottane per tutto il tempo?
Magari mentre compra gli assorbenti o il filo interdentale?
La verità è che siamo pieni di pregiudizi, per cui l’equazione è: giovane donna con gonna lunga, capelli sciolti, neonato in fascia= zingara= ladra.
Non vi fa un po’ schifo?
A me si.
E la cosa più odiosa è che io non me ne sono accorta che il primate mi stava controllando, me lo ha fatto notare il Nero (per dirla tutta alquanto esilarato) all’uscita del supermercato, quando era troppo tardi per tornare indietro e fare un cazziatone socio-politico alla direzione!!!
Ecco, partendo dai pregiudizi sulle mamme, sono arrivata a parlare del pregiudizio più odioso di tutti: quello sull’etnia.
Un amico pediatra che da sempre si fa promotore di campagne pro-allattamento al seno, mi raccontava di neomamme che si rifutavano di allattare i loro neonati perchè (testuale) “Così fanno le Rumene”…
Senza parole.
E che dire della mamma di un compagnetto di Ciock che mi ha detto, sollevando un nobilissimo sopracciglio: “Ma non ti dà fastidio portare tua figlia come fanno le Africane?”…
Dico… Che bisogno c’è di commentare?
Per quanto riguarda il dormire nel lettone con i bambini, le critiche sono unanimi e trasversali.
La più divertente mi è stata mossa da una mamma che aspettava con me che i pargoli finissero la lezione di nuoto.
Ci scofanavamo una fetta di torta al cioccolato, amichevolmente sedute gomito a gomito al bar della piscina, chiacchierando delle abitudini dei rispettivi eredi.
Saputo che i miei figli dormono con me, ha esclamato : “Ma che promiscuità! Ma non ti spaventi che crescano confusi?”.
Ho soffocato le risate e ho fatto finta di non capire… era troppo divertente.
E infatti lei ha continuato:”Se ne sentono tante… Figli che diventano omosessuali, o che… insomma tra fratelli e sorelle…. mi hai capito….”
Si è incartata,vinta dall’imbarazzo.
“Senza considerare che così facendo tua figlia scambia la tetta per il ciuccio e quando te la scuddulii più?!”
Per i non bilingue: scudduliare significa letteralmente scuotere la tovaglia per far cadere le briciole.
Per traslato si usa per intendere: togliersi di torno una persona.
Immagino che ogni mamma non veda l’ora di levarsi di dosso i propri figli.
Ma sorvolando su questo, vogliamo chiederci se sia più offensivo il commento  sulle mamme o quello sugli omosessuali? (Come ha già fatto notare Carlos Gonzales nel suo Besame mucho )
Per non parlare del rischio di incesto tra i miei figli…
Ah, se solo la gente avesse lo stesso spirito critico verso gli argomenti che lo meritano!

E che al momento, in Italia, non si può certo dire che manchino.

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Pargoli, Portare. Contrassegna il permalink.

4 risposte a >Del portare (ma anche dell’allattare, del co-sleeping, etc…) e dei relativi pregiudizi….

  1. esther ha detto:

    >hahahaha non avevo mai pensato che il cosleeping potesse portare a cose simili! Certo che la gente ha parecchia fantasia, peccato che la usi male!P.S. grande meli come sempre, ho sentito la tua mancanza!

  2. Melia ha detto:

    >Hai visto?Attenzione anche tu, ora che te ne arriva un altro!PS:mi sei mancata anche tu!

  3. Tiz ha detto:

    Il tuo blog è una scoperta straordinaria! Non sono riuscita a trattenere le risate! Anche perché ti capisco… io non uso la fascia, ma il mei tai, che fa meno zingara e africana, ma saluto le mamme albanesi, parlo con le Indiane e bacio e abbraccio un numero nutrito di mamme marocchine (e pure qualche papà!). Il tutto fuori dai cancelli di scuola, sotto gli sguardi di tutti… be’, adesso che la più grande è in quinta elementare non vedo più occhiatacce… credo ormai di essermi beccata l’etichetta di “strana” e quindi non faccio più scalpore. Il bello di vivere in un paesino!

    • Melia ha detto:

      E qual è sto paesino così felicemente multiculturale, che mi vengo a trasferire subito?!

      PS: grazie x i complimenti e benvenuta, anche a me piace il tuo blog 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...