>Santo dei Bottoni

>

D’accordo, non sono una grande estimatrice del Carnevale, odio la confusione,le sfilate, gli scherzi idioti.
Ma siccome da un certo punto di vista ho ancora 6 anni, ciò che amo profondamente sono… I vestiti!!!!!
Prima di morire so che mi concederò il lusso di un vestito da Maria Antonietta, con tanto di parrucca con torre di boccoloni bianchi!
Per il momento mi accontento di vestire i miei pupi.
Ho la grande fortuna di avere un figlio che non ama Gormiti, Uomini Ragno, supereroi e mostri di vario genere, ma va più sul classico: Principe, Moschettiere, quest’anno Zorro.
Ha preso dalla mamma!
Per Fragola mi sono concessa un semplicissimo vestitino da Fiorellino, praticamente una tutina con una margeritona applicata sul davanti e un cappuccetto ricamato: vai con la comodità!
Quello che davvero mi piace è andare a curiosare nei negozietti che vendono articoli e accessori per il carnevale.
Qui da noi c’è una via, Via Manzoni, la storica strada delle Mercerie.
Ce ne sono tantissime tutte una accanto all’altra: puoi trovarci di tutto, dalla spilla da balia al merletto elegantissimo per rifinire un abito da sposa, fino all’abito da sposa fatto e finito!
Meraviglia!
La mia preferita è Santo dei Bottoni.
No, non è il Santo protettore dei bottoni…E’ proprio lui che si chiama Santo, il proprietario.
Santo dei bottoni possiede una bottega piccola, piccolissima, praticamente un buco oscuro di 10 mq, con un bancone dietro al quale si affaccendano gomito a gomito, varie generazioni di donne della famiglia di Santo.
Alle loro spalle, una porticina.
Dietro la porticina…. chissà.
Si sospettano ettari ed ettari di retrobottega, il Paese delle Meraviglie dove crescono alberi di cerniere, piantagioni di nastri, cespugli di bottoni, distese di gomitoli…
Le Signore di Santo raccolgono i desideri dei clienti e spariscono dietro la porticina per emergerne dopo varie ere con le braccia cariche di tesori!
Nel periodo di Carnevale da Santo de Bottoni si possono trovare maschere di tutti i tipi, da quelle classiche per bambini, a quelle televisive, cinematografiche e hard per adulti.
Una figata!
Ed è lì da anni, inossidabile, resistente alla crisi, ai cambiamenti di moda, alle nuove tendenze… un pezzo di storia della mia città.
Come recita l’insegna: Santo dei Bottoni, dal 1953!
Fa tanto etichetta di buon vecchio Whisky… Since 1860!
Solo che adesso si è modernizzato, lo trovi su Facebook e ha anche una pagina su MySpace…. Come cambiano i tempi (Signora mia)!!!

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Catania, Feste. Contrassegna il permalink.

2 risposte a >Santo dei Bottoni

  1. Anonymous ha detto:

    >Pare che il sogno di vestirsi da Maria Antonietta o Rossella O'Hara ci accomuni un po' tutte. Ed io che pensavo di essere l'unica con il pallino dell'abito storico…

  2. Melia ha detto:

    >Ecco, anche Rossella O'Hara non è male… Ma io sono troppo figlia di Lady Oscar!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...