>Povera Patria….

>Sono così stanca da non rendermene conto…
Ho la casa ancora incasinatissima, la cucina con i muratori che entrano ed escono santiando, un mal di schiena da urlo e un umore mefitico.
Sarà che non riesco a fermarmi un secondo,ma al momento la mia massima aspirazione è raggiungere la posizione orizzontale il prima possibile.
E poi mi deprimo.
Mi deprimo fondamentalmente quando accendo la televisione, quando leggo i giornali, quando navigo nel web.
Mi deprimo.
Perchè è assurdo vivere in un Paese che è la barzelletta del pianeta e continuare a sostenere che l’Italia è ammirata in tutto il mondo e il suo Premier stimato da tutti i governi occidentali e democratici.
Uno che ha baciato l’anello a Gheddafi.
Uno che va con le minorenni e le paga pure.
Uno che vive di insulti.
Uno che delegittima la magistratura.
Uno che fa le frecciatine al Presidente della Repubblica.
Uno che dopo aver demolito la scuola pubblica, averla resa più povera e meno vivibile da parte degli studenti, si permettere di dire che i professori “inculcano valori diversi da quelli che vorrebbero inculcare i genitori”.
Inculcano?
No, la scuola pubblica non inculca il resto di niente.
La scuola pubblica insegna, cresce, istruisce, guida.
I miei professori non mi hanno mai cacciato a viva forza nel cervello idee non mie.
Mi hanno aiutato a individuare, formulare e far miei gli ideali nei quali credo, perchè sono quelli veri di democrazia, laicità, pluralismo.
Nessuno ha mai violentato la mia giovane mente, non lo avrei mai permesso.
Nè io, nè i miei genitori.
La scuola pubblica non inculca, caro Silvio.
La scuola privata, in particolare quella cattolica, invece si.
Perchè è schierata, perchè ha un orientamento ben definito, perchè non è la scuola di tutti, ma solo di alcuni.
Di quelli che se la possono permettere e soprattutto di quelli che la scelgono in quanto conforme ai loro valori.
La scuola privata è fortemente orientata, la scuola pubblica no.
La scuola privata cattolica forma anticomunisti, capitalisti, razzisti, liberisti e falsi cattolici.
La scuola pubblica forma cittadini.
Scusate per questo post che si discosta molto dai rassicuranti bollettini di una giovane mamma,ma la giovane mamma è molto indignata.
E non ha voglia di essere rassicurante.
Per quello basta il TG1, che fa la stessa “informazione” del TG4, la stessa che faceva l’istituto Luce durante il ventennio.
Quella non è informazione, è propaganda.
E la si sta riproponendo in salsa Bunga-Bunga, farcita di tette e culi per anestetizzare l’italiano medio svaccato sul divano, birra in mano, frittatona di cipolle e rutto libero, dopo una giornata di merda alla catena di montaggio.
Anestetizzato, così che non gli venga in mente di protestare xkè non ha più il tempo per andare a pisciare.
Si, sono indignata, anzi, sono incazzata nera, perchè da mamma, non mi preoccupa solo l’orrore della piccola Yara, lasciata tre mesi in mezzo a un campo a decomporsi, dopo aver fatto una fine orribile tra le mani di un mostro.
Mi preoccupa il futuro di questa Povera Patria nella quale stanno crescendo i miei bambini, ai quali vorrei insegnare cose diverse, cose che stoneranno nel coro di tutti quelli a cui la televisione ha inculcato i valori giusti.

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Famiglia, Incazzature, Italia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a >Povera Patria….

  1. Anonymous ha detto:

    >condivido !( un bacione, sono Angela)

  2. Anonymous ha detto:

    >Hai espresso il pensiero di molti italiani. Non di tutti purtroppo, considerando i sondaggi che sono ancora (e incredibilmente oserei dire) a vantaggio di Mister B. Anche Veltroni, che ogni tanto esce dal coma farmacologico in cui versa la sinistra, aveva evidenziato giorni fa la naturalezza con la quale Berlusconi parla di "valori inculcati". Naturalezza propria di un regime dittatoriale.Hai ragione a dire POVERA ITALIA e un pensiero corre con un brivido ai nostri figli…Erika

  3. Melia ha detto:

    >Ma che dobbiamo fare per questa sinistra?Chiamare un' equipe di rianimatori?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...