>E però…. (dichiarazione d’amore per mia figlia).

>

E però ci sono cose che non si possono spiegare.
Come lo sguardo di tua figlia che sta proprio tanto male e non si spiega perchè non riesce a respirare,ma nonostante tutto appena ti vede, sorride.
O la stanchezza che prende forma in occhi velati, guance e collo sporchi del suo moccio, tremito incontrollabile alle mani, capelli ingestibili, mescolata a questa insondabile serenità che si raccoglie goccia a goccia insieme al latte che le dai: c’è qui la mamma, va tutto bene.
E ti alzi cento volte a notte, per cambiarla, per cullarla, per placare il suo pianto, per strapparle un sorriso.
Quel sorriso che diventa poesia e ti fa proprio tanto ridere, quando lo vedi dall’alto, mentre la allatti e lei guarda in su, sospende un attimo la difficoltosa poppata (perchè col naso chiuso non è mica una cosa da niente!) e ammicca verso di te…con una complicità che non si può spiegare.
E va bene così.
E non è autocommiserazione, nè tanto meno un inno all’abnegazione materna.
E’ solo che ad un certo punto non ti poni più nemmeno il problema, ti viene spontaneo.
Che se fosse tuo marito a svegliarti ogni mezz’ora, come minimo lo prenderesti a calci.
Perchè l’amore che passa dallo sguardo di tua figlia è così totale e assoluto, che  quasi ti fa tremare.
E così continui a tenerla tra le braccia e a ringraziare quella Dea benevola che ti ha dato tanto, qualcosa di così grande, racchiuso in una creaturina così piccola.

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Fragola. Contrassegna il permalink.

4 risposte a >E però…. (dichiarazione d’amore per mia figlia).

  1. Mia ha detto:

    >Che amore che sei….

  2. Anonymous ha detto:

    >… dolcissima poesia…mi hai fatto commuovere…! Un bacione anonimangela

  3. Erika ha detto:

    >Non sapevo si nascondessero anche doti poetiche in te! Non avresti potuto descrivere in maniera più bella cosa prova una madre distrutta al cospetto del suo meraviglioso miracolo. E ti dirò… quasi quasi sento meno la stanchezza delle notti insonni anche io!Erika

  4. Melia ha detto:

    >@€rica Eheheheh, compagne di notti bianche… dentro casa però, non in giro a far baldoria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...