Continuiamo a giocare

Stamattina mi sono data ai giochini fai da te per Fragola.

Ogni tanto mi viene l’ispirazione e mi metto all’opera, cosa abbastanza rara, essendo io l’esatto contrario di un’industriosa CraftyMom…

E’ solo che sono sposata con uno che non ha mai buttato uno spillo in vita sua, ergo, la mia casa pullula di cianfrusaglie, oggetti non identificati, parti di oggetti ancor meno identificabili.

Oggi è stata la volta dei sonagli di un vecchio cembalo distrutto da anni,ma gelosamente conservati in un sacchettino di stoffa.

Li ho messi a bollire con un po’ di aceto, li ho asciugati per bene e li ho infilati a due a due in una cordicella, avendo cura di alternarli con delle perline metalliche di una mia vecchia collana…

Si, ehm, a quanto pare non è solo mio marito a conservare di tutto….

Producono un suono delizioso e Fragola ci passa le ore a sbatacchiarli,ma anche ad infilarseli a mo’ di collanina.

Presa dall’entusiasmo del buon risultato, ho proseguito imbottendo vecchi calzini per farne marionette, con occhi di bottoni e capelli di lana.

Nulla di nuovo come vedete, sono idee trite e ritrite, qualsiasi mamma con più creatività e manualità di me, queste cose le fa molto meglio…

E’ solo che queste le ho fatte io e le ho fatte per mia figlia.

E le piacciono.

Questo mi intenerisce: che un sonaglio fatto da me e due marionette strabiche, piacciano a mia figlia, la intrattengano, la divertano.

Quando faccio qualcosa per i miei bambini, scopro di avere delle capacità, anche minime, che prima mi erano sconosciute.

Come l’aver scoperto a trent’anni suonati, che in fondo disegnare una pecora non era poi così difficile.

(Si, il riferimento è quello, avete indovinato: mio figlio ha due cose in comune con il Piccolo Principe. La prima è che mi chiede in continuazione di fargli disegni, non solo pecore, per carità, ormai abbiamo tutto lo zoo. La seconda è il non rinunciare mai ad una risposta, una volta fatta la domanda.)

E lo stesso vale per quasi tutto quel che faccio, dalla cucina, ai giochi, alla drammatizzazione…

Ma quante vocette ci sono in questa gola?

Quanti personaggi può impersonare una mamma?

Quante storie si possono inventare?

I  miei bambini riescono davvero a tirarmi fuori creatività, voglia di giocare, fantasia.

Anche quando credevo che la voglia  di giocare mi avesse abbandonato del tutto.

Imparo tanto da loro, ogni giorno e anche se sembra una cosa banale, è una cosa speciale.

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Famiglia, Giocattoli, Giochifaidatè, Melia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Continuiamo a giocare

  1. Micaela ha detto:

    Mi rivedo molto nelle tue parole: il diventare mamma anche a me ha tirato fuori risorse di cui non sapevo neanche l’esistenza… e a parte il fatto che, al contrario di voi, in casa nostra si butta tutto ciò che non si usa, direi che siamo parecchio simili!

    • Melia ha detto:

      Ciao Micaela!
      Io mi ritrovo con una casa “infestata” dai fantasmi, nel senso che era la casa dei miei suoceri e dei loro avi prima di loro… Qui c’è tutto ciò che è appartenuto alla famiglia di mio marito nei secoli dei secoli e lui è restio ad eliminare qualsiasi cosa.
      Del resto, posso capire come ogni oggetto sia legato ad un ricordo.
      Il problema è che tra un po’ non ci sarà più spazio per noi!!!!

  2. Francesca ha detto:

    Ti prego non invitarmi mai a casa tua!!!!!!!!! Non uscirei più!! Le case come la tua parlano parlano parlano tanto e io oltre ad esser chiacchierona adoro ascoltare………………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...