Finalmente autunno

E’ da ieri che finalmente, anche qui in Sicilia, è arrivato l’autunno.

Spettacolari temporali con lampi,tuoni,fulmini e saette, profumo di ferro e terra bagnata… o meglio, quell’inconfomdibile odore, a metà tra la puzza e il paradiso, che ha la città vecchia quando piove.

La magggior parte delle persone si destabilizza al cambio di stagione.

Io invece appartengo a quella sparuta minoranza, che i cambi di stagione li attende con trepidazione.

Sarà per la mia costituzionale irrequietezza, che mi porta ad agitarmi quando una stagione si spinge un po’ più in là del previsto.

Queste estati così lunghe mi mettono ansia.

E del resto quest’anno l’estate, quella vera, è arrivata con un bel poo’ di ritardo. E ha voluto recuperare!

Parlo del tempo?

Si.

A me piace parlare del tempo; mi piace soprattutto, da brava metereopatica quale sono, osservare gli effetti del tempo sul mio umore.

Non è che non ami l’estate, ma davvero, l’autunno la batte di gran lunga.

Sarà perchè gli occhi abbacinati dalla luce estiva, si riposano, perchè le cose riacquistano i loro contorni, dopo tanto appiattimento, ritrovano la loro tridimensionalità.

E con loro, il mio corpo.

Una questione di luce, insomma, di volumi.

E poi, la sensazione di nuovo che mi dà l’autunno.

Perchè in questa stagione c’è sempre l’attesa di qualcosa che sta per ricominciare.

Quest’anno è stata la prima elementare di Ciock, la casa ancora da finire di arredare, le promesse di un nuovo (speriamo) progetto di lavoro, le tante cose da fare.

E’ una stagione l’autunno, che risveglia dal torpore.

E sarà che l’inattività, per quanto anelata, sotto forma di un riposo che non arriva mai, non è fatta proprio per me, ma in questo periodo dell’anno mi sento piena di energia.

Archiviata l’apatia di fine estate, mi sveglio la mattina piena di voglia di fare.

Butto le gambe fuori dal letto con in mente già la scaletta della giornata.

E non importa se la scaletta, per un giorno, prevede solo spesa al mercato e bollette da pagare, è lo spirito con cui affronto la giornata che è diverso.

Perchè mi piace pensare che il tempo mi scorre dentro, che forse quest’anno riuscirò a conciliare tutto, che corpo, mente e anima si allineeranno, che il mio orologio interno sarà all’unisono con quello dell’universo.

In fondo sono una femmina di mammifero: la ciclicità fa parte della mia natura!

E poi c’è da dire che in questa stagione sono portata ad amare ancora di più la mia città e mi ci immergo come un bruco nella mela!!! (il topo e il formaggio mi sembravano un po’ abusati!)

Le strade bagnate, la luce ovattata e non più accecante, il fresco che si sostituisce all’afa insopportabile, i colori smorzati… che meraviglia, che pace!

L’unica cosa che mi pesa un po’ sono le giornate che si accorciano, il buio che ti arriva a tradimento, quando ancora non te lo aspetti… Ma in compenso, le albe di questa stagione hanno un che di surreale e di magico.

E così, appena arriva l’autunno corro in cartoleria: il primo passo verso il nuovo anno, verso i nuovi sogni, i nuovi progetti, i nuovi desideri… Mi compro un’agenda nuova e una nuova penna.

E’ un rituale che mi porto dietro da quando ero bambina, da quando mia madre mi insegnò che ogni cosa val la pena di essere scritta.

E voi, come affrontate la prospettiva di un nuovo anno, di un nuovo ciclo?

20110927-102845.jpg

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Catania, Melia. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Finalmente autunno

  1. Daria ha detto:

    Come ti capisco! Adoro anch’io l’autunno con i suoi colori forti, con le foglie che scricchiolano sotto i piedi, con il gusto delle zucche, dei melograni, della frutta secca! Anche per me settembre è carico di ricordi, quando ero bimba era il mese delle nostre vacanze in montagna (eravamo gli ultimi a partire…) a raccogliere funghi e lamponi e fare lunghe passeggiate in bellissime giornate con un cielo di un azzurro stupendo e poi dell’inizio della scuola… anch’io mi sento piena di voglia di fare e anche di cambiare!

  2. Plotina ha detto:

    Oh melia… come ammiro la tua voglia di fare!
    mi viene da dire, ero così anch’io…
    e invece adesso va tutto a rotoli…
    a rotoli per questa attesa adottiva che mi lascia in sospeso, che mi prende l’anima e la tritura, a rotoli per il grigio di questo ufficio in cui sono costretta ogni giorno, a rotoli per questi soldi che non ci sono mai abbastanza…
    insomma, io non mi alzo con la voglia di fare, mi alzo spesso piangendo perchè le ore del mattino sono le più tristi.
    Non mi riconosco neanche più.
    E in più, io adoro l’autunno, con i suoi colori, odori e gusti… ma quest’anno non sono entusiasta per niente, di niente…

    • Melia ha detto:

      Plotina cara, mi dispiace sentirti così giù: è vero che il sole e la pioggia sono quelli che ci portiamo dentro. La tua vita peró non deve essere piena di sconforto, ma di speranza! In ogni caso, quando la malinconia (che poi mi sembra proprio depressione a tratti) diventa troppo forte, perché non rivolgersi ad un bravo omeopata per farsi dare qualcosa di naturale che ci aiuti a tirarci su?!

      • Plotina ha detto:

        ho preso diverse volte dei fiori di bach e mi hanno sempre aiutato, ma questa volta non mi va. non ho neanche voglia di tirarmi su…
        faccio così, come nella poesia ben pertinente in questo periodo: si sta come d’autunno, sugli alberi, le fogli.

        ma vai tranquilla, poi mi passa… sono attimi.

      • Melia ha detto:

        Amo quella poesia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...