Settimana dell’allattamento materno (1-7 ottobre)

Settimana dell’allattamento materno.
Com’è che non c’è quella dell’allattamento artificiale?
Ah beh, perché non ce n’è bisogno.
Sta alla settimana dell’allattamento al seno, come la festa dell’uomo sta a quella della donna.
Perché dobbiamo implementarlo l’allattamento al seno, dobbiamo sponsorizzarlo, ricordarcene, fare delle campagne di sensibilizzazione, dei gruppi d’aiuto, delle consulenze…
Ma non vi sembra pazzesco, per una cosa che è nata con noi?
Non vi sembra incredibile che ci si debba battere per qualcosa di assolutamente connaturato al nostro essere?
Madre natura ci ha dato le tette, che oltre a farci appetibili e fighe agli occhi dei nostri uomini, o a permetterci di sfoggiare splendidi completini sexy, servono principalmente per questo, no?
Per nutrire i nostri cuccioli.
E invece no, invece non è così!
La pressione sociale ed economica attorno alla questione “latte artificiale vs latte di mamma” è talmente forte che ci tocca fare le campagne.
Che insomma, è come se ci inventassimo la “settimana mondiale della cacca puzzosa”!
E ci toccherà pure farlo se un giorno le case farmaceutiche si inventeranno le pillole-profuma-cacca e ci convinceranno che la cacca profumata non solo è più fashion e pratica, ma fa pure bene alla salute!!!
E va bene allora, festeggiamo l’allattamento materno!
Io festeggio di sicuro.
Festeggio circa sette-otto volte al giorno e tre-quattro a notte.
Festeggio con gli occhi di Fragola nei miei occhi, con la sua manina che fa tap-tap sulla mia tetta, con il suo sorriso storto da boccuccia impegnata a far altro.
Festeggio i suoi pochi malanni, le sue guance cicciotte, la sua serenità e la sua allegria.
Festeggio i soldini risparmiati di chi non ha mai comprato latte formulato (che mi hanno detto che costa un botto) nè biberon, nè ciucci.
Festeggio le nottate serene nelle quali non c’è stato bisogno di alzarsi e cullare/passeggiare/consolare una pargola disperata, ma é bastato girarsi su un fianco e offrire la tetta per darle cibo/calore/conforto.
Festeggio l’unione inscindibile che c’è tra noi, la complicità assoluta e l’indipendenza conquistata spontaneamente. Vabbè, questo non c’azzecca strettamente con l’allattamento, ma visto che sto festeggiando in pratica il rapporto con mia figlia, tanto vale scriverlo pure!
E per finire, festeggio anche il mio primo figlio, che oggi ha sei anni, e che ho allattato felicemente per tredici mesi, che ancora adesso, quando lo addormento leggendogli un libro, mi accarezza piano piano la tetta sinistra (era la sua preferita) e mi dice “buonanotte mamma”.

PS: visto che stiamo festeggiando: festeggio anche la mia splendida linea, ritrovata a due mesi dal parto e tuttora invidiabile. So che quando smetterò di allattare Fragola, quei bei 120 gr di pastasciutta nel piatto, me li dovrò scordare!

20111001-160946.jpg

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Settimana dell’allattamento materno (1-7 ottobre)

  1. Tiz ha detto:

    Oh, come hai ragione! E chi vuole denigrare l’allattamento materno scrive spesso che se è “naturale” perché mai servono libri ed esperti? E’ vero, non dovrebbero servire, come non dovrebbero servire queste campagne di sensibilizazzione o i divieti di insegnare a preparare un biberon… E invece servono, servono eccome, perché le campagne a favore del LA ci hanno fatti arrivare al punto che chi allatta (come te o come me, tre figli, i primi due fino ai 12 mesi, la figlia attuale ancora attaccata alla tetta a 22 mesi) è “fortunata”… Quando invece dovrebbe essere la norma e solo poche donne dovrebbero essere quelle “sfortunate” che davvero, per un motivo o per l’altro non ce la fanno.

    Per il peso, però, un appunto: qui sì sei davvero fortunata… io in allattamento non sono mai calata… i chili di troppo li ho sempre persi quasi all’improvviso dopo aver smesso!

    • Melia ha detto:

      Ciao Tiz! A volte la prolattina fa gonfiare… Io invece sembra che tutto quello che mangio se ne vada in latte!!!!
      Scherzi a parte, si, dobbiamo continuare a sensibilizzare, xkè di tanti pediatri che conosco, sono pochissimi quelli che ce la mettono tutta x favorire l’allattamento al seno… E i pregiudizi sono roba dura a morire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...