Un pomeriggio all’Ikea

Le frasi più carine dette da genitori vari a pargoli variamente urlanti o anche tranquillissimi.
“smetti subito di piangere, guarda il bimbo com’è buono!”
“Ma che hai fatto?! Il solito imbranato!”
“Ma sei stupida!!!”
“Lascia perdere il tavolino Mammut, stona con i mobili del soggiorno!”
“Sei una cretina!”
“Se non la finisci ti sto impicando (appiccicando n.d.t) al muro”
“Vuoi un altro hot dog? Tieni, basta che stai zitto”
“Questo bambino è un deficiente”
“Levami subito le mani di dosso, mi stai sporcando tutto il golfino” (questa detta ad un puffo di neanche due anni).
“Ti sto mollando un ceffone”
“piantala o ti faccio nero”
“Smetti di piangere, ti stanno guardando tutti”
“Sei un frignone”

Continuo a pensare che non ci sia categoria umana al mondo meno rispettata dei bambini.

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Bambini. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Un pomeriggio all’Ikea

  1. Daria ha detto:

    Faccio anch’io lo stesso ragionamento ognuna delle rare volte che mi azzardo a fare un giretto in qualche centro commerciale… mi fanno una pena certi bimbi…

  2. mammainverde ha detto:

    Cavoli, che impietosa registrazione. La realtà scritta così fa davvero male.

  3. Plotina ha detto:

    ma erano tutte persone diverse???

  4. Francesca ha detto:

    preferisco non commentare ……. fa troppo male.
    In compenso il commento sul tavolo Mammut che io non ho comprato perchè stonava con “le misure” del nostro soggiorno -cucina mi ha fatto sorridere, ma sempre un sorriso amaro, pensando a quel bambino che per disegnare dovrà arrampicarsi sul tavolo dei grandi. Che è di cristallo. No, ecco penso a quel bambino che NON disegnerà …………

    • Melia ha detto:

      Hai compreso in pieno il modo on cui mi sono sentita…. Che tristezza…. Che poi la discussione sul Mammut é andata avanti tra i genitori, con toni assolutamente deliranti…. Magari ci scrivo un altro post!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...