Pina, io ti stimo tantissimo!

Capisco che il Nero approva le scelte che faccio sull’educazione dei nostri pargoli da dialoghi come questo.
Ora di cena, famigliola allegramente riunita attorno al desco, pronta a sbafarsi una pirofila di crocchette di patate.
Fragola dà il meglio di sè: mangia con le mani, beve con la bocca piena, fa esperimenti travasando il cibo nel bicchiere, rimestando energicamente col cucchiaino, rimettendo tutto nel piatto, ritravasando nel bicchiere e infine sorbendo con gorgoglii di piacere l’orrida mistura.
Io: “Capisco che faccia i travasi, la vecchia Montessori aveva visto lungo…. Ma che poi riesca a mangiarsi quell’immonda poltiglia…”
Lui: “Ma dai, lo fanno tutti i bambini!”
Io: “Mai visto uno!”
Lui: “Perché le madri li bloccano prima!”
Io: “Poverini!”
Lui: “Ti pare che sono tutte come te?”
Avete presente Fantozzi “Pina, io ti stimo tantissimo”?
Uguale.
Anche io lo stimo, vecchio Nero…
Lo amo, direi.
La ciclotimica e il narcolettico.
Bella coppia.

20120307-185624.jpg

Annunci

Informazioni su Melia

Mi chiamo Valentina, Melia è il diminuitivo di Melissa, il nome della mia gatta nera. Sono una che scrive, da sempre, e che lotta, da sempre. E che cresce con i propri figli. Da sei anni.
Questa voce è stata pubblicata in Famiglia, Melia, Noi. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Pina, io ti stimo tantissimo!

  1. Francesca ha detto:

    aaaaaaaaaaaahahahahhahah
    Se vieni a casa mia ne vedrai ben 2 in contemporanea!!!
    Ora la grande ha ripreso a farli perchè vede il fratello, però poi non li beve (e meno male perchè non sai cosa ci infila) ma pretende che io conservi il bicchiere incriminato perchè magari è una torta che vuole cuocere il giorno dopo, oppure è un intruglio che deve riposare la notte, insomma il gioco si fa più articolato ma sempre schifezze sono!! L’altro invece regolarmente infila nel bicchiere l’ultimo quarto del pasto, quello che tu pensi non mangerà mai, e infatti pensi bene perchè non lo mangia ………… lo beve!!!! ahahahh
    Sai che penso?? Penso che, da ex miss bambina prodigio quale ero, (leggi figlia di madre e padre rompicojoni) questi miei figli io li invidio, la bambina che è in me ha una rivincita quando a tavolo loro danno il meglio di se, quando si divertono, quando possono scegliere se immergere uno spicchio di mandarino e un pezzo di mela, quando serenamente ignorano che in altre famiglie avrebbero ricevuto solo uno schiaffone …………
    Francesca

    • Melia ha detto:

      Allora pure io sono una ex miss bambina prodigio! Papà mio (il comandante) sulla buona creanza a tavola non transigeva! Niente schiaffoni, ma x essere rompicojoni, lo era!

  2. il comandante ha detto:

    si, però era un piacere vederti mangiare usando le posate giuste, tenendole correttamente in mano, senza sbrodolarti e soprattutto senza far venire il voltastomaco a chi ti stava davanti. e mi accollo pure il ” rompicojoni “.

  3. il comandante ha detto:

    no, non mi sono incazzato, ho solo fatto il confronto tra come stavi tu a tavola e come stanno i bimbi di oggi, anche se hanno genitori che hanno avuto dei padri rompicojoni, e non mi piacciono per niente, anzi mi danno proprio fastidio e più adulti sono e più mi danno fastidio.

    • Melia ha detto:

      Il fatto è, secondo me, che finchè i bimbi sono piccini è giusto lasciarli pasticciare con le mani nel piatto: fa parte del loro apprendimento, delle loro scoperte, della loro crescita. E favorisce anche un rapporto sano con il cibo. Chiaro che ad un certo punto l’educazione vada insegnata. Anche a me fanno schifo gli adulti che non sanno stare a tavola. Ma più fastidio mi danno quei genitori che coartano i bambini piccoli in nome delle buone maniere o peggio x non dover rimediare ai disastri che un bimbetto può combinare mangiando e sporcando. I piccolissimi devono essere liberi di sporcarsi, altrimenti diventano fobici.
      È questo il punto.
      Non la buona creanza, sulla quale non si discute.
      Ma che può anche aspettare.

  4. ziawally ha detto:

    infatti, i tuoi ricordi risalgono ad un’età in cui era possibile anzi doveroso impartire le buone creanze, non hai ricordi precedenti e dunque non puoi affermare che non ti era permesso pasticciare o avere con il cibo un rapporto ludico. Sbaglio dottore ? 🙂

  5. il comandante ha detto:

    è evidente che il commento soprastante l’ho fatto io e non ziawally 🙂 l’età, e anche l’insonnia 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...